• Cover libro La Raia
  • Scoiattolo
  • Rana italica Pentema
  • Arnie e apicultori
  • Bagno collettivo per le cincie
  • Il Rio Carreghino in autunno

03 dicembre 2018

Alla scoperta della biodiversità

Un libro sull'ecosistema La Raia

Fondazione La Raia ha pubblicato un libro (116 pagine, oltre 200 immagini a colori) sulla biodiversità e sull’ecosistema de La Raia che di questo valore ha fatto la sua missione. Firmato dall’ornitologo Renato Cottalasso“Alla scoperta della biodiversità” indaga l’intreccio della vita animale e vegetale, la sua straordinaria ricchezza e il suo delicato equilibrio. Tra i moltissimi protagonisti, descritti e fotografati con grande arte, ci sono volpi, lepri e animali invisibili all’occhio distratto, i piccoli fiori dei prati, alberi centenari e il misterioso sottobosco, api e insetti impollinatori, una straordinaria popolazione di uccelli di cui arriviamo a conoscere le più nascoste, e curiose, abitudini. E moltissime altre creature che abitano La Raia.

 

Questa indagine svela i delicati intrecci tra la vita animale e vegetale, le dinamiche insospettabili di lotta e sopravvivenza e ci motiva ad agire a favore della Terra, di tutti i suoi abitanti, in ogni occasione possibile.

 

“Questo libro è dedicato a chi ama la natura in tutte le sue forme: semplici, complesse, a volte misteriose. Racconta la biodiversità, La Raia, un’azienda agricola che ne ha fatto la sua missione, e come possiamo perseguirla tutti nel nostro giardino, nelle nostre città, nel nostro Paese”. 

Giorgio Rossi Cairo, presidente della Fondazione La Raia – arte cultura territorio. 

 

Renato Cottalasso, fotografo ed esperto ornitologo, nasce Genova nel 1971 e sviluppa sin da bambino la passione per la fauna selvatica. Negli anni Novanta inizia la collaborazione con Regione Liguria nell’ambito dell’Ufficio Parchi e in seguito, con l’amico rapaciologo Massimo Campora, si occupa di ricerca naturalistica e di realizzazione di documentari su uccelli e anfibi. Con la casa editrice Il Piviere, di cui è uno dei fondatori, ha realizzato ricerche e osservazioni della fauna locale, in particolare dei lupi. In relazione a specie, dal 2005 ha sviluppato una peculiare ricerca attraverso le foto-trappole, una modalità di studio che porta a scoprire e approfondire aspetti sempre nuovi della biologia degli animali selvatici, entrando in punta di piedi nelle loro vite.